Cerca
  • broncovaleas

Purificatori d'aria

Il sistema più comune di purificazione dell'aria è basato su dei filtri. Ovviamente, maggiore il numero di filtri, migliori saranno le prestazioni del prodotto in termini di pulizia dell’aria. I risultati della purificazione tramite filtrazione sono, in media, molto elevati.

Tuttavia, questa tipologia di purificatore d’aria richiede una manutenzione più frequente (sostituzione filtri) e consuma più energia (l’aria deve passare attraverso diversi strati).  Qui sotto, i filtri più comuni.

  • Filtro a carbone: grazie alla struttura porosa, i carboni attivi sono in grado di catturare le molecole responsabili dei cattivi odori, trasformando i gas in liquidi. Il sistema di filtraggio a carbone attivo può essere utilizzato solo, o insieme ad altre tipologie di filtro. Infatti, per la sua natura, può trattenere solo le particelle più grandi e non è dunque adatto a tutti i tipi di pulviscoli presenti nell’aria.

  • Anti-polvere: questo filtro permette di catturare le particelle più grandi di polvere, in modo da evitare fastidiosi ingorghi nel filtro principale.

  • Filtro HEPA: Hepa significa letteralmente High Efficiency Particulate Air. La presenza di questa tipologia di filtro è fondamentale. Infatti, questi sono in grado di trattenere particelle del diametro fino a 0,3 micron. Pollini, acari e muffe verranno quindi intrappolati. Questa tipologia di filtro è sicuramente la più efficace in commercio. Dunque, i migliori purificatori aria con filtrazione saranno dotati di questa tecnologia.

  • Filtro foto-catalizzatore: questo filtro sfrutta il biossido di titanio ed i raggi ultravioletti per uccidere agenti organici (batteri e virus).

Sterilizzazione termodinamica

E' un metodo di distruzione delle impurità effettuato tramite il calore (che si aggira intorno ai 200 gradi).

Una volta “ripulita”, l’aria viene rimessa in circolo dopo essere stata raffreddata.

Al contrario del sistema di purificazione con filtri, non si ha la necessità di sostituire i filtri. Inoltre, il consumo energetico è minore e, nel complesso, questi purificatori risultano essere più silenziosi.

Ionizzatore e generatore di ozono

Utilizzano la cosiddetta polarizzazione elettronica per intrappolare le particelle presenti nell’aria. Producono ioni negativi che si vanno a legare a queste ultime, caricandole elettricamente. A questo punto, un filtro interno con una carica opposta le attirerà a sé intrappolandole. Di norma, questa tecnologia è abbinata ad un altro sistema di filtraggio. Nel complesso, risulta essere molto efficace.

Alcuni modelli producono una piccola quantità di ozono per rimuovere gli odori e distruggere particelle ed allergeni.

Tuttavia, è bene prestare attenzione a questa caratteristica. Infatti, il livello di ozono nell’aria non deve mai superare un certa soglia (50 parti per miliardo è il limite degli apparecchi sanitari, anche se questo è ancora in fase di discussione).

La molecola riesce a legarsi facilmente reagendo con altre sostanze, come per esempio i deodoranti per la casa.

Il risultato è la produzione di nuove sostanze irritanti e/o potenzialmente cancerogene come la formaldeide o l’acrolene. Quindi, è bene avere la giusta cautela quando si acquista un purificatore d’aria con generatore di ozono e si consiglia di acquistarne uno che rilevi la concentrazione di questo gas nell’aria, in modo da regolarne di conseguenza la produzione.

Irradiazione ultravioletta

I depuratori d’aria ad irradiazione ultravioletta sono purificatori professionali sfruttano i raggi UV-C per sterilizzare l’aria. Questa viene spinta con una ventola verso delle lampade UV, che bruciano le particelle.

Questa tipologia di sistema ha un ottimo potenziale germicida ed è particolarmente indicato per muffe e sostanze organiche. Tuttavia, questi purificatori d’aria non sono diffusi in ambito domestico.


CADR: E' un acronimo, Clean Air Delivery Rate (tasso di produzione di aria pulita) ed indica la cubatura d’aria che viene purificata in un minuto.

Viene calcolato in base alla tipologie di particella o polvere sottile.

Infatti, queste hanno una grandezza diversa ed il sanificatore d’aria impiegherà tempistiche differenti per depurare ciascuna tipologia.

(Attenzione, a volte l’unità di misura è espressa in piedi cubi)



AIRFREE Sterilizzazione termodinamica



https://www.idealandia.it/shop/product/1296-airfree-purificatori-daria-airfree-serie-p?art=818






DAIKIN Purificatore MC70L





https://www.mediaworld.it/product/p-635641/daikin-purificatore-mc70l




HONEYWELL HPA710WE



https://www.mediaworld.it/product/p-128134/honeywell-hpa710we






Daikin MC55W Purificatore fotocatalitico Streamer



https://www.climastars.it/it/home/7429-daikin-purificatore-d-aria-fotocatalitico-bianco-con-tecnologia-streamer-mc55w.html





Philips AC2887/10


https://www.amazon.it/Philips-AC2887-10-Purificatore-Nanoprotect/dp/B01KWWYJXO

8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

OZONO: PERCHE' NO

1 – Lo dice l’Associazione Interazionale Ozono: ’….fino a quando non ci saranno studi approvati scientificamente, non è possibile esprimersi circa l’inattivazione del SARS-CoV-2.’ 2 – Vi è il parere

Prima dei PURIFICATORI D'ARI

Si parla con sempre più insistenza di inquinamento, ma non tutti sono a conoscenza che l'inquinamento domestico è forse quello più pericoloso. Spesso all'interno di un'abitazione troviamo fino a 5 vol